Prossimi appuntamenti

Nessun evento da visualizzare.

MIRACOLO: Ministero ha stanziato 5 MILIONI E MEZZO per tutto il complesso di San Francesco con inizio a “breve” dei lavori

Edizione del: 28 settembre 2018

Sindaco Conti con Sottosegretario per i soldi san francescoE’ veramente un miracolo: il Ministero ha stanziato – da solo – i soldi necessari per il restauro di tutto il complesso di San Francesco a Pisa, ovvero: chiesa, chiostro,convento.

Ma non basta: i lavori inizieranno presto, perchè la gara europea sarà bandita in tempi brevi.

Sembra che il poverello d’Assisi, San Francesco, alla vigilia della sua festa, che cade il prossimo giovedì 4 ottobre, abbia fatto il miracolo di aprire i cuori dei funzionari del Ministero per i beni culturali a Roma.

A dare l’annuncio, qualche minuto fa, è stato il neo Sindaco di Pisa, Michele Conti, sul suo profilo Facebok: “Oggi – scrive il sindaco – insieme al Sottosegretario ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni ho incontrato il Soprintendente Andrea Muzzi (vedi foto). Fra i tanti temi sul tavolo l’ormai imminente apertura del Museo delle Antiche Navi e, come avevo promesso, il restauro della chiesa di San Francesco. La buona notizia è che i circa cinque milioni e mezzo per il restauro completo sono già disponibili, deliberati dal Ministero dei Beni Culturali e andranno a gara in tempi brevi!”.

Come riporta il quotidiano Il Tirreno, La Sottosegretaria Borgonzoni ha annunciato un finanziamento ministeriale totale di quasi 5,9 milioni di euro dal 2019 al 2022: 1,2 milioni l’anno prossimo, un milione quello seguente e 3,3 nel 2021. Fondi che permetteranno di sistemare la chiesa anche senza il contributo della Fondazione Pisa “congelato” dalla burocrazia.

All’Agenzia Nazionale di Stampa ANSA, la Sottosegretario Lucia Bergonzoni, che oggi era a Pisa, ha assicurato che il Mibact ha già stanziato 5,8 milioni di euro per effettuare i lavori di riqualificazione della chiesa di San Francesco.

La Bergonzoni ha aggiunto che presto saranno predisposti i bandi di gara europei per avviarei lavori alla chiesa, da tempo impraticabile a causa del parziale crollo del tetto e di carenze strutturali.

“Contestualmente – ha aggiunto – stiamo lavorando anche per creare un modello di contratto replicabile anche altrove per riuscire a spendere i soldi che erano stati offerti dalla Fondazione Pisa, 2,6 milioni di euro, individuando la formula giusta per vincolare quel finanziamento a interventi dedicati”.

Probabilmente la decisione del Ministero è stata presa anche alla luce che in questi quasi tre anni di chiusura della chiesa i costi totali del restauro sono lievitati, e di non poco: dai 4 milioni iniziali preventivati nel 2016 ora sono necessari quasi 6 milioni, ovvero 1 milione e 950 mila euro in più…

Deo gratias!!!!!!!!!!

You must be logged in to post a comment Login