Prossimi appuntamenti

Nessun evento da visualizzare.

Lavori chiesa: Soprintendenza annuncia il via – ampliamento cantiere in piazza – nuove impalcature in chiesa

Edizione del: 28 novembre 2018

Piazza San Francesco - nuovo cantiere 27 nov 2018 - Foto di Nicola NutiQuasi due mesi fa l’annuncio ufficiale da parte del Ministero per i Beni Culturali dello stanziamento totale dei quasi 6 milioni di euro necessari per il restauro completo della chiesa di San Francesco, chiusa da due anni e mezzo, ora l’annuncio ufficiale che i lavori di restauro inizieranno a breve.

L’annucio è stato dato ieri con un comunicato alla stampa da parte della Soprintendenza:“Lo studio progettuale necessario alla gestione di un cantiere così complesso e il bando per la gara di appalto dei lavori sono quasi completati . I lavori vengono dunque avviati con la predisposizione di un sistema sofisticato di ponteggi interni, che costituiranno un presidio di sicurezza delle diverse parti fino all’espletamento della gara di appalto, per trasformarsi poi in uno strumento essenziale dell’impegnativo lavoro per riavere la chiesa di San Francesco di nuovo integra”.

E infatti da un paio di giorni gli operai incaricati hanno iniziato a montare, all’interno della chiesa, i ponteggi che serviranno sia a mettere in sicurezza tutto l’edificio e poi, a inizio lavori agli operai per operare i vari interventi nei vari settori, a partire dal tetto, che ricordiamo è a rischio crollo.

Cosi come da un paio di giorni è cambiato l’aspetto di Piazza San Francesco, dove il cantiere, prima limitato a poche decine di metri dall’ingresso della chiesa si è ora allargato, prendendo quasi tutta la piazza, delimitato da reti metalliche coperte da grossi teli blu.

Dalla chiusura della chiesa – prosegue la nota – la Soprintendenza, diretta da Andrea Muzzi ha comunque proseguito senza sosta una serie di lavori di restauro che hanno interessato singole parti, quelle maggiormente critiche o già danneggiate. Attraverso i nostri cantieri, responsabile l’architetto Maria Grazia Tampieri, abbiamo ricostruito tutti i tetti sopra le cappelle absidali, così come parte della copertura del chiostro e del vestibolo di ingresso al convento. Nello stesso tempo, sono state effettuate approfondite indagini diagnostiche necessarie al progetto complessivo di consolidamento”.

“Solo ora – sottolinea la Soprintendenza – possiamo finalmente far emergere l’impegno con cui abbiamo condotto, con tenacia e costanza per oltre due anni, la ricerca dell’ingente finanziamento del ministero dei Beni Culturali necessario a un restauro così impegnativo”.

In particolar modo la Soprintendena ringrazia la Fondazione Pisa “per il soccorso prestato nel momento più critico tramite l’offerta di un generosissimo finanziamento e per la pazienza con cui i suoi rappresentanti hanno lavorato con i nostri funzionari per costruire un modello di accordo che superasse i molti vincoli normativi”.

Si rispetta così la tabella di marcia che il Soprintendente Andrea Muzzi aveva previsto, lo scorso 4 ottobre parlando con i giornalisti presenti alla cerimonia per San Francesco organizzata dalla nostra Parrocchia con la presenza del Sottosegretario Guglielmo Picchi rappresentante ufficiale del Governo, inviato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Michele Conti.

Muzzi aveva previsto per fine dicembre lo studio progettuale e il bando per la gara d’appalto, mentre per i primi mesi del 2019 l’inizio dei lavori.

Solo dall’inizio dei lavori partiranno i 4 anni previsti per il completamento dei lavori di restauro, salvo intoppi imprevedibili in corso d’opera.

Il Soprintendente Muzzi, rispondendo ad una mia specifica domanda nel giugno 2018 ha anche previsto che, se le condizioni di sicurezza lo consentiranno, una parte della chiesa possa essere riaperta al culto non prima però di circa tre anni dall’inizio dei lavori.

Foto di Nicola Nuti.

Franco Mariani

Piazza San Francesco - nuovo cantiere 27 nov 2018 - Foto di Nicola Nuti

You must be logged in to post a comment Login