Prossimi appuntamenti

Nessun evento da visualizzare.

Il nostro impegno quaresimale: L’ADOZIONE A DISTANZA

Edizione del: 18 gennaio 2013

Adozione 20131LETTERA DEL PARROCO, PADRE TOMMASO

Cari Amici,

per la quinta volta vogliamo collegare il nostro impegno quaresimale ad un gesto di solidarietà verso dei fratelli che vivono in difficoltà, in particolare, all’ adozione a distanza. Come ricorderete, abbiamo deciso di sostenere l’adozione di cinque bambini dell’Ecuador: Angela, Kevin, David, Maria e David (potete vederli nella foto allegata), grazie alla collaborazione con i Frati Missionari che lavorano laggiù (ricorderete sicuramente p. Marco e p. Zibi) e con l’aiuto dell’Associazione “Gioia di Vivere”, che sostiene la Missione. L’anno scorso abbiamo raccolto 3.577 che sono serviti oltre che per l’adozione anche a tutto il Centro che i nostri Frati stanno gestendo per oltre 140 persone. Così, il nostro impegno è stato quello di destinare il nostro “risparmio” quaresimale a questa iniziativa parrocchiale e vi ringraziamo, anche a nome dei Frati della Missione, per la vostra partecipazione e la vostra generosità. Anche per questa Quaresima 2013 vogliamo ripetere il nostro impegno di solidarietà.

Le buste, contenenti le vostre offerte, saranno portate all’ altare durante la processione offertoriale del Giovedì Santo.

LETTERA DI PADRE MARCO E PADRE ZIBI

Santo Domingo, 27.01.2013

 

Carissimi Parrocchiani di San Francesco in Pisa,

si avvicina il tempo della Quaresima durante il quale, specialmente Voi, mostrate amore e solidarietà per i bambini che avete deciso di aiutare con il programma dell’adozione a distanza realizzato in Santo Domingo in Ecuador, nella missione francescana.

Vi inviamo insieme con Padre Zibi il nostro ringraziamento per le donazione che puntualmente riceviamo da Voi per i bimbi del progetto “Gioia di Vivere”.

La Vostra generosità ha dato un importante aiuto nello sviluppo del progetto,  nei tanti lavori effettuati per la costruzione degli ambienti che accolgono i bambini e nel sostenere le attività del nostro Centro.

“Gioia di vivere” ci parla ed affascina, perché la gioia è un dono di Dio, è un dono per i più piccoli di questo mondo, per i bambini: “Se saremo capaci di diventare piccoli come bambini, allora saremo i più grandi nel Tuo regno” (cf. Mt 18, 4). La gioia rende il cuore lieto perché consapevole dell’amore.

La gioia fortifica, trascina, unisce; non teme situazioni dolorose personali, familiari e sociali; dà coraggio. Così sta accadendo qui in Ecuador.

Vivendo l’esperienza diretta come missionari in Ecuador, possiamo dirVi che ogni giorno ci scontriamo con l’ingiustizia, con la violenza, con la droga, con la povertà, il dolore, la morte.

Più è difficile vivere e più nasce la consapevolezza che non ha senso la vita senza un vero incontro con Gesù. Chi crede in Lui trova la sorgente della vera gioia.

Nella nostra missione francescana qui in Ecuador, cerchiamo di educare le persone alla cultura della gioia vera. Coinvolgiamo la società dalla base: dalle famiglie e dai loro bambini. Educhiamo al rispetto e alla cura degli altri partendo da se stessi.

Il benessere dei bambini dipende dall’amore dei genitori che soddisfano i bisogni del loro cuore; dipende da una buona nutrizione che li fa crescere sani e forti; dipende dalla istruzione che li rende capaci e creativi stimolando la fantasia; dipende dallo stare insieme che fortifica nell’amicizia e nel confronto con gli altri.

Questi sono i principi che sostengono il nostro impegno nella città di Santo Domingo, tra i quartieri più poveri. Per questo è nato il nostro Centro “Alegria de Vivir”.

Accogliamo i bambini del dopo scuola offrendo loro il pranzo nella nostra mensa, quindi si passa nelle aule dove si completa lo studio e si svolgono le attività ricreative che stimolano col gioco la conoscenza e la fantasia.

I bambini stanno insieme, imparano, giocano, partecipano anche al mantenimento dell’ordine degli ambienti.

E’ come una piccola società nella quale i bimbi e, con loro anche i loro genitori, sono coinvolti in prima persona e così educati a vivere di solidarietà, di comunanza, di ordine, di regole, di rispetto.

Sembrano cose normali, ma non è facile in un ambiente come questo dove l’ingiustizia e la prepotenza comandano su tutto.

Voi amici pisani con l’ Associazione “Gioia di vivere dei Bambini in Ecuador”, ci assicurate stabilmente l’aiuto necessario per fare tutto ciò.

Abbiamo creato tanto insieme: la mensa con la cucina, le aule per lo studio e le attività ricreative dei bambini, la piazzetta per i giochi, l`asilo per i più piccoli, un centro con le aule dedicate ai laboratori per insegnare anche agli adulti  l’uso del computer e le attività artigianali e  manuali, un consultorio medico e dentistico e tante altre attività che servono per lo sviluppo di questa povera zona.

Ora dobbiamo ogni giorno mandare avanti le attività del Centro; mantenere vivo e continuo l’impegno di essere un sostegno importante nella crescita delle famiglie che ci affidano i loro bambini; dobbiamo essere presenti, vicini, pronti. Così viviamo della gioia nel dare e nel ricevere.

E’ un cerchio che ci coinvolge tutti, che ci tiene uniti, che ci protegge, che ci circonda di solidarietà ed amore.

Grazie a tutti Voi che siete impegnati a seminare la gioia e la speranza in un mondo spesso ingiusto; grazie per sentire ancora il desiderio di vivere nella gioia.

Grazie a Voi padrini e collaboratori di questo progetto in Ecuador, grazie perché date un futuro bello ai bambini più sfortunati nella vita e nella società.

L’augurio a tutti noi di continuare a servire “non a parole, ma con i fatti e nella verità si conosce l’amore”.

Vi ricordiamo sempre nelle nostre preghiere insieme con i bambini del progetto.

           Padre Marco Szymanski OFM Conv.
Responsabile del progetto “Gioia di Vivere” in Ecuador

                  Padre Zibi Braun OFM Conv. 
       Parroco di San Antonio in Santo Domingo

You must be logged in to post a comment Login