Prossimi appuntamenti

Nessun evento da visualizzare.

Grande festa per San Francesco d’Assisi con il Rappresentante Ufficiale del Governo

Edizione del: 5 ottobre 2018

Grande festa il 4 ottobre 2018 nella parrocchia di San Francesco a Pisa per la festa del titolare della Parrocchia San Francesco d’Assisi, Patrono d’Italia.

La cerimonia, presieduta dall’Arcivescovo, si è svolta nella chiesa di Santa Cecilia, gremita di fedeli, come avviene da tre anni, ovvero da quando, aprile 2016, la chiesa di San Francesco, di proprietà del Governo, e la seconda chiesa della città per importanza storica e artistica, è stata chiusa per rischio crollo tetto.

Finalmente, dopo tre anni, il Ministero, il sabato precedente la festa, ha annunciato lo stanziamento di tutti i fondi necessari anche per il restauro del chiostro, campanile e convento.

Il Presiedente del Consiglio dei Ministri Conte, invitato alla cerimonia, impossibilitato ad intervenire ha voluto dare segno concreto dell’attenzione verso la comunità pisana non solo stanziando i soldi necessari, cosa che non aveva fatto il precedente Governo, ma anche inviando un Rappresentante Ufficiale del Governo alla cerimonia, cosa inusuale e non prevista dal cerimoniale, in quanto il Governo partecipa ufficialmente solo alla cerimonia nazionale ad Assisi presso la tomba del Santo.

A Rappresentare il Governo è stato il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri Guglielmo Picchi, l’unico toscano a far parte del Governo Conti.

All’inizio della cerimonia, dopo il saluto del Parroco, Padre Giuliano Budau, il Sindaco ha reso omaggio al Patrono d’Italia con il tradizionale omaggio floreale alla statua del Santo da parte del Comune, seguito da quello della Magistratura di San Francesco del Gioco del Ponte.

Numerose le autorità presenti, sia civili che militari, con in prima fila il Prefetto di Pisa, così come erano presenti molte testate giornalistiche della carta stampata, on line e televisioni.

Riprese video e foto di Franco Mariani.

Per vedere la foto pià grande basta cliccarci sopra.

You must be logged in to post a comment Login