Prossimi appuntamenti

Nessun evento da visualizzare.

Frati Minori Conventuali: promulgazione delle Costituzioni

Edizione del: 8 gennaio 2019

capitolo generale straordinario ofmconvTerminato l’iter di questi anni e aperti al cammino che il Signore ci indica, ottenuta l’approvazione definitiva della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e per le Società di Vita Apostolica, con decreto del 29 novembre 2018, attraverso la presente lettera, in forza del mio ufficio, dispongo la pubblicazione e promulgo il testo definitivo delle Costituzioni dell’Ordine, che avranno valore di legge a partire dal 2 febbraio 2019, Festa della Presentazione del Signore e Giornata della Vita Consacrata.

Carissimi fratelli, Pace a voi!

I Capitoli generali ordinari del 2007 e del 2013 hanno deciso e confermato il lavoro di revisione delle Costituzioni che ha caratterizzato l’impegno dell’Ordine per oltre un decennio. Finalmente siamo giunti al termine di un percorso formativo che ci ha aiutati a riflettere e a rinnovare la nostra identità e missione all’interno della Chiesa. Le Costituzioni, infatti, vogliono e debbono essere un’attualizzazione della Regola nel contesto della Chiesa e delle società in cui noi Frati Minori Conventuali viviamo.

Nel primo dei due sessenni (2007-2013) il nostro comune impegno è stato approfondire alcuni temi fondamentali. C’è stato anzitutto l’avvio della riflessione in tutte le Comunità dell’Ordine attraverso le schede comuni per i Capitoli conventuali e la pubblicazione di vari studi  realizzati ad hoc e pubblicati nel Commentarium Ordinis e sul sito web dell’Ordine.

Il processo di revisione delle Costituzioni ha ricevuto poi un rinnovato e decisivo impulso a partire dal Capitolo generale ordinario del 2013, che ha voluto un Comitato composto da alcuni frati impegnati a tempo pieno per promuovere il processo di elaborazione, discussione, studio e dibattito sulla tematica, per poi proporre il testo rivisto delle Costituzioni. Il Capitolo generale indicò tre linee guida per il processo di revisione del precedente testo – che era entrato in vigore il 25 Marzo 1985, a conclusione di un lavoro iniziato nel 1969 – di cui tenere conto nel processo di riscrittura del nuovo testo carismatico-legislativo: (1) approfondire la conoscenza del nostro carisma, alla luce dello sviluppo degli studi sul francescanesimo negli ultimi anni; (2) comprendere più profondamente i principi evangelici e teologici relativi alla vita consacrata nella Chiesa, alla luce del fatto che anche il magistero ecclesiale ne ha profondamente rinnovato la visione e il linguaggio (a partire anzitutto dalla categoria di comunione ecclesiale e interpersonale); (3) prendere sul serio il notevole cambio demografico e la delocalizzazione geografica dell’Ordine in questi ultimi decenni. Le Costituzioni devono, infatti, rispondere alle necessità di una fraternità sempre più globale, variegata e pluralistica.

Il Capitolo generale del 2013 ha voluto coinvolgere nel processo di revisione tutto l’Ordine, tramite lo studio e la discussione della bozza di ogni capitolo delle Costituzioni revisionate durante i capitoli conventuali delle singole comunità sparse nel mondo. L’impegno fedele di tanti frati e di tante fraternità locali ha contributo in maniera sorprendente alla creazione di un consenso crescente circa la nostra identità di Frati Minori Conventuali e a una migliore comprensione del contributo di testimonianza e di missione che ci è richiesto dalla Chiesa e di cui il mondo ha bisogno. La  formazione  permanente  in  buona  parte   dell’Ordine  ha  ricevuto  un notevole impulso proprio grazie alla tensione comune a riflettere sulla nostra identità e missione, a beneficio anche della qualità della vita fraterna nelle Comunità.

Il Capitolo generale straordinario del 2018 appena concluso, è stato un momento profondamente fraterno, perché, proprio a partire da visioni e pareri diversi, è riuscito a farci convergere nelle differenze, per revisionare ed approvare un testo delle Costituzioni aderente alla nostra vocazione, dove si riflette in maniera fedele chi siamo ma soprattutto chi siamo chiamati a essere – alla luce della ricchezza del nostro carisma – nell’oggi della Chiesa. I capitolari, quasi all’unanimità, hanno visto nel risultato del loro lavoro un frutto ispirato e benedetto dall’Altissimo, Onnipotente, buon Signore: si tratta dunque di un aiuto insostituibile per vivere la nostra chiamata evangelica dovunque la Provvidenza ci chiami.

Invito pertanto i frati di ogni provenienza e giurisdizione ad accogliere, con umiltà e fedeltà, le iniziative che nei prossimi anni verranno promosse dai Ministri e Custodi – come compito precipuo del loro ufficio – in sinergia con il Ministro Generale e il suo consiglio, per permettere alle nuove Costituzioni di fornire un fondamento comune nella mentalità, nel discernimento e nello stile di vita per le giurisdizioni, le comunità e i singoli frati.

In questo cammino ci sostenga e ci accompagni la Vergine Immacolata, Regina e Patrona del nostro Ordine, la cui devozione è descritta nelle Costituzioni come il “filo aureo” della nostra storia. Ci assista ed ispiri il serafico Padre San Francesco e tutti i Santi e Sante dell’Ordine Serafico. La nostra è una chiamata alla santità, che si attua nella dedizione totale al Signore “che compie meraviglie”, nella vita fraterna gioiosa, quotidiana e nell’impegno missionario che sempre mira a raggiungere tutte le periferie umane.

Roma, Convento dei Ss. XII Apostoli,
8 Dicembre 2018,
Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria.

Fra Marco TASCA, Ministro generale
Fra Vincenzo MARCOLI, Segretario generale

Per visualizzare l’immagine basta cliccarci sopra.

You must be logged in to post a comment Login